Villa romana di Positano

La costa della Campania era al tempo dell’impero romano una ambita meta di villeggiatura dove i ricchi trascorrevano il loro otium in splendide ville fatte costruire in riva al mare.
L’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. ne ha seppellite diverse che per questo motivo sono potute arrivare fino a noi ben conservate.
A Positano, sotto l’attuale chiesa madre di Santa Maria Assunta è stata ritrovata una splendida villa con i suoi bei affreschi di notevole qualità artistica e colori brillanti.

Gli scavi hanno riportato alla luce anche una cassaforte dell’epoca ovvero un contenitore in ferro rivestito su tre lati (quelli a vista) da pannelli in legno.
All’interno della cassaforte sono state trovate stoviglie raffinate per banchetti e oggetti in bronzo ma non oro e gioielli come non sono stati ritrovati resti umani nella struttura e questo supporta l’ipotesi che gli abitanti della villa siano riusciti a scappare per tempo portando con sè le cose preziose facilmente trasportabili lasciando al sicuro nel forziere gli oggetti più ingombranti.